Rete tranviaria di Palermo

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la rete tranviaria dismessa nel 1947, vedi Rete tranviaria di Palermo (1887-1947).
Rete tranviaria di Palermo
Servizio di trasporto pubblico
Il tram di Palermo in servizio in via Leonardo da Vinci 3.jpg
Una delle prime corse del tram di Palermo, in via Leonardo da Vinci
Tiporete tranviaria urbana
StatiItalia Italia
CittàPalermo
Apertura2015
Linee impiegate4
 
GestoreAMAT
Mezzi utilizzatiBombardier Flexity Outlook
 
N. stazioni e fermate44
Lunghezza23,3 km
Distanza media tra stazioni300 m
Velocità media20 km/h
Scartamento1435 mm
Elettrificazione750 V cc
Palermo - mappa rete tranviaria.svg
Trasporto pubblico

La rete tranviaria di Palermo è costituita da quattro linee tranviarie urbane la cui corsa inaugurale è avvenuta il 30 dicembre 2015[1]. Il progetto dei tracciati venne approvato nel 2005; i lavori furono avviati nel settembre del 2007 e sono stati terminati nel dicembre 2015[2]. Il servizio è gestito dall'azienda municipalizzata AMAT[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La vecchia rete e i primi approcci[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Rete tranviaria di Palermo (1887-1947).
Uno dei primi biglietti
Biglietto bus/tram AMAT magnetico con striscia olografica

Tra il 1887 ed il 1947 la città di Palermo ebbe una rete tranviaria di tipo tradizionale. A oltre quaranta anni dalla chiusura della rete storica, alla fine degli anni ottanta si iniziò a parlare della realizzazione di nuove linee tranviarie in città, con la presentazione di alcuni progetti. Nel 2000 la Banca europea degli investimenti stanziò circa 160 miliardi di lire (88 milioni di euro) per la realizzazione di tre nuove linee, una sull'asse via Leonardo da Vinci, una sull'asse corso Calatafimi e una sull'asse corso dei Mille.[4]

La nuova rete[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 agosto del 2001 il relativo progetto venne rivisto e parzialmente bloccato dall'allora commissario straordinario del Comune di Palermo, Guglielmo Serio, a causa di un'osservazione del genio civile che prescriveva di individuare le aree di sosta per le auto nelle prossimità della linea tranviaria e che invece non sarebbe stata rispettata su corso Calatafimi a causa delle ridotte dimensioni della carreggiata[5]; nel maggio del 2002 il Comune di Palermo approvò definitivamente il medesimo progetto, modificato, delle nuove linee tranviarie in città[6]. Per il completamento dei lavori vennero preventivati quarantaquattro mesi per la linea 1, quarantotto mesi per la linea 2 e cinquantadue mesi per la linea 3.

Dopo due gare d'appalto senza risultati i lavori di costruzione furono aggiudicati a un consorzio temporaneo d'imprese per un totale di 192 milioni di euro[7]. L'inizio ufficiale degli stessi, per tutte e tre le linee, avvenne nel giugno del 2006[8], mentre l'inaugurazione dei cantieri avvenne a ottobre del 2006[9]. L'inizio effettivo dei lavori avvenne nel mese di settembre 2007.

Il pre-esercizio della linea 1, nel tratto compreso tra il capolinea di Roccella e il ponte dell'Ammiraglio, iniziò il 9 luglio 2014[10]. Il 30 dicembre 2015, infine, sono state inaugurate tutte e quattro le linee della rete[11].

A partire dal 1 luglio 2020, dopo alcune gare andate a vuoto,[12] la gestione della manutenzione del servizio passa dalla Bombardier all'azienda spagnola CAF per i successivi 4 anni, con un ribasso di gara pari al 3.2%.[13]

Lo sviluppo della rete[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del 2017 è stata bandita la gara per la progettazione definitiva di ulteriori sette linee tranviarie sulle sette previste, la commissione giudicante era composta dall'architetto Mario Li Castri del Comune di Palermo, dal professor Renato Lamberti dell'Università di Napoli, dal professor Agostino Cappelli dell'Istituto Universitario Architettura di Venezia, dal professor Stefano Ricci dell'Università La Sapienza e dal dottor Alessandro Solidoro.[14] La gara è stata vinta dallo studio ingegneristico Ruggero Cassata e i progetti sono stati presentati alla stampa l'8 maggio del 2018,[15] il progetto include, oltre alla progettazione delle linee tranviarie, un ampio spazio alla rigenerazione urbana di piazze e strade attraversate dalle nuove linee, parcheggi multipiano sotterranei e la modifica dei principali flussi automobilistici cittadini. Per quanto riguarda il tratto di linea che attraversa il centro storico è previsto un tram senza catenaria, come richiesto dal comune, per limitare l'impatto visivo dell'infrastruttura.[16][17]

A partire dal 2019 sono iniziate tutte le indagini relative all'opera, effettuate sempre dallo studio di progettazione vincitore della gara, che hanno portato alla presentazione del progetto definitivo delle prime tre linee il 10 settembre del 2019,[18] la successiva fase, per l'affidamento della gara di costruzione, avverrà nel corso del 2020.[19] Per le ulteriori quattro linee si attende il finanziamento da parte del ministero.[20]

Rete[modifica | modifica wikitesto]

La rete si compone di quattro linee[21]:

La sede tranviaria risulta prevalentemente separata rispetto alla circolazione stradale, con l'utilizzo di apposite barriere di separazione.
Per l'esercizio è stato attivato dell'asservimento semaforico, che consente elevate velocità commerciali.
Un sondaggio svolto tra i cittadini condotto nel 2014, ha indicato in "Genio" il nome commerciale del servizio, a richiamare il nume tutelare della città[22]. Nel 2016 si contavano circa 25 mila passeggeri al giorno.[23]

Linea Percorso Apertura Ultima estensione Km Fermate
1 Roccella - Stazione Centrale 2015 - 5,5 15
2 Piazza Santa Cristina - Stazione Notarbartolo 2015 - 4,8 13
3 CEP - Stazione Notarbartolo 2015 - 5 12
4 Pollaci/Calatafimi - Stazione Notarbartolo 2015 - 8 18

Linea 1[modifica | modifica wikitesto]

La linea si sviluppa per 5,5 km tra il terminal posto alla Stazione Centrale e il terminal Roccella, posto all'interno del Forum Palermo. La linea conta 15 stazioni compresi i due terminal, il tempo di percorrenza complessivo è di circa 25 minuti. Lo scopo della linea è quello di collegare la periferia Sud della città al centro cittadino attraverso vari quartieri popolari.

Linea 2[modifica | modifica wikitesto]

La linea si sviluppa per 4,8 km tra il terminal posto alla Stazione Notarbartolo e il termminal Borgo Nuovo, posto all'interno dell'omonimo quartiere. La linea conta 13 stazioni compresi i due terminal.

Linea 3[modifica | modifica wikitesto]

La linea si sviluppa per 5 km tra il terminal posto alla Stazione Notarbartolo e il termminal del CEP, posto all'interno dell'omonimo quartiere. La linea conta 12 stazioni compresi i due terminal.

Linea 4[modifica | modifica wikitesto]

La linea si sviluppa per 8 km partendo dal terminal posto alla Stazione Notarbartolo dove vi ritorna dopo aver affiancato Circonvallazione ed aver effettuato l'inversione di marcia presso il ponte di Corso Calatafimi. Inversione che avviene in sede promiscua auto/tram, si tratta dell'unico tratto in sede promiscua del tram sull'intera rete, i mezzi infatti corrono sempre in sede protetta. le fermate complessive sono 18, compreso il terminal, quelle sulla circonvallazione sono collegate tramite tre ponti pedonali sulla stessa.

Depositi[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente la rete tranviaria dispone di 2 depositi attivi, entrambi predisposti per manutenzione completa e pulizia dei mezzi. I due depositi non sono collegati tra loro, ma è previsto tale collegamento nelle future espansioni. Sempre nelle future espansioni è previsto un nuovo deposito nelle vicinanze della Stazione Giachery. I depositi attualmente attivi sono:

  • Deposito Brancaccio, che serve la linea 1,
  • Deposito Castellana, che serve le linee 2/3/4.

Opere infrastrutturali principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Linea 1 - Ponte bimodale sul fiume Oreto,
  • Linee 2/3/4 - Ponte tranviario per attraversamento della Circonvallazione,
  • Linea 4 - Tre ponti pedonali di attraversamento della Circonvallazione.

Materiale rotabile[modifica | modifica wikitesto]

Le vetture sono dei Flexity Outlook[24], a pianale ribassato e composte da cinque elementi. Possono trasportare fino a 56 passeggeri seduti e 132 passeggeri in piedi.

Tali tram sono lunghi 32 metri e larghi 2,40 metri; la velocità massima è di 70 km/h e il raggio minimo di inscrivibilità in curva risulta pari a 20 metri[25]. Il primo veicolo è stato consegnato all'AMAT il 18 maggio del 2011[26].

Progetti futuri[modifica | modifica wikitesto]

In occasione della presentazione del PRG Palermo 2025 il sindaco Leoluca Orlando ha annunciato l'avvio della progettazione di 3 ulteriori linee tranviarie. La linea 5 collegherebbe i due terminal attraverso il Foro Italico e via Notarbartolo. La linea 6 come prosecuzione della linea 4 sulla circonvallazione raggiungerebbe la stazione Orleans per proseguire attraverso il quartiere Falsomiele fino a Bonagia utilizzando un nuovo ponte intermodale sul fiume Oreto. Infine la linea 7 collegherebbe il terminal della Stazione Centrale alla nota località balneare di Mondello.

Le sette linee per cui è stata richiesta la progettazione nel bando del comune nel 2018 erano le seguenti:

  • Tratta A: - Linea 6 /1- prolungamento della linea 1 esistente per circa 11 km (A/R), dalla Via Balsamo alla Viale Croce Rossa. Tratta Linea Balsamo (Stazione Centrale), Via Roma, Via E. Amari, Via Libertà, Viale Croce Rossa - (PRIORITÀ 1);
  • Tratta B: - Linea 5/1 - prolungamento della linea 1 esistente per circa 1,5 km (A/R), dalla Stazione FF.SS. Notarbartolo alla Via Duca della Verdura. Tratta Linea Stazione FF.SS. Notarbartolo, Via Notarbartolo sino a Via Duca della Verdura (angolo Via della Libertà) - (PRIORITÀ 2);
  • Tratta C: - Linea 4/1 – prolungamento della linea 3 esistente per circa 8 km (A/R), secondo l’attuale schema (singolo binario per ogni carreggiata), lungo Viale della Regione Siciliana sino alla Stazione FF.SS. Orleans. Tratta Linea Svincolo Calatafimi, Viale della Regione Siciliana, Via Ernesto Basile, Stazione FF.SS. Orleans - (PRIORITÀ 3);
  • Tratta D: - Linea 4/2 – prolungamento della linea 3 esistente per km 9,375 (A/R), secondo l’attuale schema (singolo binario per ogni carreggiata), dalla Stazione FF.SS. Orleans a Bonagia. Tratta Linea Stazione FF.SS. Orleans, Via Gaetano Lodato, Via Parlavecchio, attraversamento fiume Oreto, Via Villagrazia; Via San Filippo sino a Via del Levriere - (PRIORITÀ 4);
  • Tratta E: - Linea 6/2 - prolungamento della linea 1 esistente per circa 20 Km (A/R), dalla Viale Croce Rossa alla località Balneare di Mondello. Tratta Linea Croce Rossa, Viale Strasburgo, bretella sino a parcheggio Francia, Via Lanza di Scalea, Viale dell'Olimpo, Via Mattei sino al parcheggio Galatea - (PRIORITÀ 5);
  • Tratta F: - Linea 5/2 - prolungamento della linea 1 esistente per circa 9 Km (A/R), dalla Via Duca della Verdura alla Stazione FF.SS. Centrale. Tratta Linea Via Duca della verdura (angolo Via della Libertà), Via F.sco Crispi, Foro Umberto I, Via Lincoln, Via Balsamo - (PRIORITÀ 6);
  • Tratta G: - Linea 6/3 - prolungamento della linea 1 esistente per circa 5 km (A/R), sino alla Borgata Marinara di Sferracavallo - (PRIORITÀ 7).

Per ogni linea è stata indicata una priorità di esecuzione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tram a Palermo, parte la prima corsa Folla di curiosi per l'inaugurazione, Giornale di Sicilia.it, 30 dicembre 2015
  2. ^ Tram a Palermo, conclusi i lavori: ora gli ultimi test, Giornale di Sicilia.it, 24 novembre 2015
  3. ^ Tram al via la prossima settimana Palermo è una città moderna, Live Sicilia, 24 dicembre 2015
  4. ^ La BEI punta sulla Sicilia con i tram repubblica.it
  5. ^ Serio ferma il tram, il Polo applaude repubblica.it
  6. ^ La paralisi di Palazzo delle Aquile. In sei mesi appena dieci delibere repubblica.it
  7. ^ Il Comune di Palermo ha perso il tram repubblica.it
  8. ^ La notizia dell'avvio dei lavori nel 2006 trenodoc.it
  9. ^ Inaugurazione ufficiale del sindaco di Palermo rosalio.it
  10. ^ Ecco il tram ufficialmente per strada mobilitapalermo.org
  11. ^ Tram a Palermo, domani a mezzogiorno l'inaugurazione. Subito attive tutte le linee, in Il giornale di Sicilia, 29 dicembre 2015. URL consultato nel dicembre 2015
  12. ^ Tram: al via per la terza volta la gara per la gestione del global service mobilitapalermo.org
  13. ^ La manutenzione del TRAM Palermo passa da Bombardier a CAF mobilitapalermo.org
  14. ^ TRAM - Aggiudicata in via provvisoria la gara per nuove linee. Orlando, Arcuri e Riolo "Un progetto di città più vivibile" comune.palermo.it
  15. ^ Progetti di tre nuove linee tram scelto il vincitore meridionews.it
  16. ^ Come sarà la rete tram di Palermo entro cinque anni maredolve.com
  17. ^ Presentazione nuove linee tram palermotoday.it
  18. ^ Tre nuove linee di tram a Palermo entro il 2024 gds.it
  19. ^ Palermo, sette linee per lanciare il tram del futuro qds.it
  20. ^ Tram, chiesto il finanziamento per quattro nuove linee a Palermo gds.it
  21. ^ AMAT - Linee tram
  22. ^ Il Sindaco Leoluca Orlando annuncia il nome del nuovo Tram di Palermo.
  23. ^ Pendolaria 2018 elegia Genio, il tram di Palermo mobilitapalermo.org
  24. ^ Il sito dell'azienda costruttrice, all'interno la descrizione dei modelli venduti per le linee di Palermo bombardier.com
  25. ^ Pagina dedicata ai mezzi di Palermo Archiviato il 3 febbraio 2011 in Internet Archive. bombardier.com
  26. ^ Benvenuto a Palermo mobilitapalermo.org

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Benedetto Romano, Il nuovo sistema di mobilità di Palermo, in Ingegneria ferroviaria, 60 (2006), n. 9, pp. 711-714 ISSN 0020-0956 (WC · ACNP)
  • Salvatore Amoroso, con contributi di Marcello Alajmo, Laura Cappugi, Marco Pellerito, Palermo, il tram ieri oggi domani, Palermo, Torri del Vento, 2017, ISBN 978-88-99896-54-6

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]