Maria d'Orange

Maria d'Orange
Maria d'Orange ritratta da Johannes Mytens
Contessa palatina di Simmern-Kaiserslautern
NascitaL'Aia, 5 settembre 1642
MorteCastello di Oranienhof, Bad Kreuznach, 20 marzo 1688
Casa realeCasato di Nassau
PadreFederico Enrico, principe d'Orange
MadreAmalia di Solms-Braunfels
Consorte diLuigi Enrico, conte palatino di Simmern-Kaiserslautern

Maria d'Orange, anche Maria di Nassau o Maria di Orange-Nassau (L'Aia, 5 settembre 1642Bad Kreuznach, 20 marzo 1688), fu una principessa olandese del casato d'Orange e per matrimonio pfalzgräfin o contessa di Simmern-Kaiserslautern.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Maria era la più giovane delle figlie di Amalia di Solms-Braunfels e di suo marito Federico Enrico, principe d'Orange. Suo padre aveva già più di cinquant'anni quando ella nacque e morì quando lei ebbe appena quattro anni. Era anche zia del futuro Guglielmo III d'Inghilterra, attraverso suo fratello Guglielmo II d'Orange. Nel 1660 la sua famiglia cominciò negoziati per farle sposare Carlo II d'Inghilterra, tuttavia, alla fine egli preferì sposare Caterina di Braganza per stabilire un'alleanza anti-spagnola con il Portogallo. Un anno dopo cominciarono dei negoziati con Giovanni Maurizio di Nassau-Siegen, ma anche questi non andarono in porto.

Il 23 settembre 1666 a Kleve sposò Luigi Enrico, conte palatino di Simmern-Kaiserslautern (1640-1674), figlio di Luigi Filippo e nipote della zia di Maria, la contessa Luisa Giuliana di Nassau. Come i matrimoni delle sue sorelle, il matrimonio di Maria aveva lo scopo di avvicinare la rete di principi calvinisti. Maria e Luigi Filippo furono sposati per otto anni ma il matrimonio fu senza figli e alla morte del marito il ramo di Simmern-Kaiserslautern si estinse.

Maria continuò una corrispondenza con le sue due sorelle sopravvissute dopo il matrimonio. Come le sue sorelle Luisa Enrichetta con l'Oranienburg, Albertina Agnese con l'Oranienstein ed Enrichetta Caterina con l'Oranienbaum, Maria si edificò un nuovo palazzo dopo il suo matrimonio - che completo nel 1669 a Bad Kreuznach e chiamò castello di Oranienhof. Maria morì nel 1688 dopo sei giorni di polmonite ed il castello di Oranienhof fu distrutto dalla truppe francesi durante la guerra dei nove anni un anno dopo.

Antenati[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Guglielmo I di Nassau-Dillenburg Giovanni IV di Nassau-Dillenburg  
 
Elisabetta d'Assia-Marburg  
Guglielmo I d'Orange  
Giuliana di Stolberg Botho VIII di Solberg-Wernigerode  
 
Anna di Eppstein-Königstein  
Federico Enrico d'Orange  
Gaspard de Châtillon Gaspard I de Coligny  
 
Luisa di Montmorency  
Louise de Coligny  
Charlotte de Laval Guido XVI de Laval  
 
Antoinette d'Aillon  
Maria d'Orange  
Corrado di Solms-Braunfels Filippo di Solms-Braunfels  
 
Anna di Tecklenburg  
Giovanni Alberto I di Solms-Braunfels  
Elisabetta di Nassau-Dillenburg Guglielmo I di Nassau-Dillenburg  
 
Giuliana di Stolberg  
Amalia di Solms-Braunfels  
Ludovico I di Sayn-Wittgenstein Guglielmo I di Sayn-Wittgenstein  
 
Giovannetta di Isenburg-Neumagen  
Agnese di Sayn-Wittgenstein  
Elisabetta di Solms-Laubach  
 
 
 

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN282148005 · GND (DE1191637549 · WorldCat Identities (ENviaf-282148005