Ludovico II Lodron

Il conte Ludovico II Lodron (1558Trento, 1604) è stato un nobile e condottiero italiano, membro della famiglia Lodron.

Stemma dei Lodron

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il cenotafio di Ludovico Lodron nel duomo di Trento

Figlio del conte Paride V Lodron e della moglie Gerolama Calepino, secondo di quattordici fratelli[1]. Il primo episodio documentato della sua carriera militare è la sua presenza tra i difensori durante l'assedio di Malta del 1565; combatte a Emden nel 1568 (guerra degli ottant'anni), venendo sconfitto e riuscendo fortunosamente a salvarsi la vita. Nel 1571 è tra i capitani della Lega Santa che partecipano alla battaglia di Lepanto, e nel 1575 è ancora documentato con altri generali a Napoli[2].

Nel 1577 è di nuovo a Trento e si celebra il suo matrimonio con Susanna Beatrice Lodron (figlia di Paride Lodron di Castelnuovo); contemporaneamente commissiona anche la costruzione del palazzo Lodron, edificato tra il 1574 e il 1577 e decorato con un primo ciclo di affreschi nel 1583. La moglie muore nel 1587, e l'anno seguente il conte sposa in seconde nozze la giovane contessa Margherita von Hohenems (figlia di Giacomo Annibale e di Ortensia Borromeo dei conti di Arona, sorella di san Carlo)[1][2]; per l'occasione viene realizzato un nuovo ciclo di affreschi nel palazzo.

Da entrambe le mogli non ha discendenza; morto nel 1604, viene sepolto nel duomo di Trento[1], dove tuttora si trova il suo cenotafio, commissionato dallo stesso Lodron nel 1600 per sé e per la prima moglie e realizzato forse da Paolo Carneri[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c LODRON (LODRONE) e LODRON-LATERANO, su GENEALOGIE DELLE FAMIGLIE NOBILI ITALIANE. URL consultato il 9 ottobre 2023.
  2. ^ a b Domizio Cattoi, I Lodron e il mecenatismo artistico: compendio di notizie edite e inedite, in Studi Trentini. Arte, vol. 90, 2011, pp. 63–94.
  3. ^ Castelnuovo et al., vol. 2, pp. 94-124.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enrico Castelnuovo, Andrea Bacchi, Marco Bellabarba, Serenella Castri, Marco Collareta, Ezio Chini, Wolfram Koeppe, Michelangelo Lupo, Elvio Mich, Il duomo di Trento, a cura di Enrico Castelnuovo, vol. 2, Temi, 1993, ISBN 88-85114-18-0.
Controllo di autoritàVIAF (EN28164821 · ISNI (EN0000 0000 2083 7917 · CERL cnp00642966 · GND (DE129964034