Carvajal Simoncelli

Carvajal Simoncelli
vescovo della Chiesa cattolica
 
Incarichi ricopertiVescovo di Sovana (1535-1596)
 
Nato1508 circa a Orvieto
Nominato vescovo26 febbraio 1535 da papa Paolo III
Decedutogennaio 1596
 

Carvajal Simoncelli (Orvieto, 1508 circa – gennaio 1596) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Orvieto intorno al 1508 da Girolamo Simoncelli, suo fratello Antonio fu camerlengo dell'Opera del duomo di Orvieto e conte di Castel di Piero.[1]

Fu nominato vescovo di Sovana il 26 febbraio 1535, all'età di ventisette anni, e rimase alla guida della diocesi per circa sessant'anni.[1] Durante il suo episcopato si occupò di valorizzare i beni posseduti dalla mensa vescovile, come per esempio la tenuta delle Capannelle e la tenuta di Catabbio, dove trasformò in villa la storica rocca aldobrandesca.[1] Sono documentate visite pastorali nel 1563, dove venne coadiuvato dall'amministratore apostolico Francesco Bossi, e nel 1582.[1]

Visse anche a Roma, dove fu castellano di Sant'Angelo.[1] Morì all'età di ottantotto anni nel gennaio 1596.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Carvajal Simoncelli, su beweb.chiesacattolica.it. URL consultato il 24 settembre 2022.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Sovana Successore
Ferdinando Farnese 26 febbraio 1535 – gennaio 1596 Metello Bichi