Billunghi

Billunghi
Stato Regno dei Franchi Orientali
Sacro Romano Impero
TitoliMargravio della marca dei Billunghi
Duca di Sassonia
FondatoreBillung
Ultimo sovranoMagnus di Sassonia
Data di fondazioneIX secolo
Data di estinzioneXII secolo
Etniasassone
Alberto genealogico dei Billunghi e degli Immedingi sugli Europäische Stammtafeln.

Billunghi (in tedesco: Billunger) fu una casata tedesca, avente territori nella Sassonia, all'epoca unita fra Holstein, Bassa Sassonia e parte della Sassonia-Anhalt.

Il primo membro conosciuto della stirpe fu il conte Wichmann, menzionato come Billung nell'811. Anche Oda, moglie del conte Liudolfo di Sassonia, il membro più anziano conosciuto della stirpe Liudolfingia, era una Billung.

Nel X secolo i possedimenti della stirpe erano concentrati nel Bardengau intorno a Luneburgo e controllavano la marca che porta il loro nome. A metà del X secolo, quando i duchi sassoni della stirpe ottoniana erano diventati anche re dei Franchi Orientali, il re Ottone I affidò sempre più la sua autorità ducale a Ermanno Billung. Per cinque generazioni la stirpe dei Billung governò il ducato di Sassonia[1].

La casata passò alle dinastie Welfen e Ascanide quando il duca Magnus morì nel 1106 senza figli. I beni della famiglia furono divisi tra le sue due figlie: Wulfhilde, che sposò Enrico IX, duca di Baviera, membro della stirpe dei Welfen, e sua figlia Eilika, che sposò Ottone, conte di Ballenstedt, membro della stirpe degli Ascanidi. Di conseguenza, per i decenni successivi il controllo della Sassonia fu conteso tra i Welfen e gli Ascanidi.

Successione al ducato sassone

[modifica | modifica wikitesto]
  1. ^ (EN) Benjamin Arnold, Medieval Germany, 500–1300: A Political Interpretation, Bloomsbury Publishing, 9 giugno 1997, ISBN 978-1-349-25677-8.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
Controllo di autoritàVIAF (EN88927525 · CERL cnp02033789 · GND (DE118702068 · WorldCat Identities (ENviaf-88927525