Ottavio Bandini

Ottavio Bandini
cardinale di Santa Romana Chiesa
Ritratto del cardinale Bandini
 
Incarichi ricoperti
 
Nato25 ottobre 1558 a Firenze
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Nominato arcivescovo19 giugno 1595 da papa Clemente VIII
Consacrato vescovo25 giugno 1596 dal cardinale Alessandro di Ottaviano de' Medici
Creato cardinale5 giugno 1596 da papa Clemente VIII
Deceduto1º agosto 1629 (70 anni) a Roma
 

Ottavio Bandini (Firenze, 25 ottobre 1558Roma, 1º agosto 1629) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò a Firenze, per tre anni a Parigi, poi a Salamanca e infine si laureò in giurisprudenza a Pisa. Arrivato a Roma durante il pontificato di Gregorio XIII, fu nominato protonotario apostolico soprannumerario partecipante e in seguito referendario della Segnatura Apostolica.

In seguito fu vicegovernatore di Fermo il 17 febbraio 1586, quindi governatore delle Marche il 25 luglio 1588 e governatore di Borgo durante i due periodi di sede vacante del 1590. Il Sacro Collegio lo nominò prefetto del Conclave nel primo e nel secondo conclave del 1590.

Papa Gregorio XIV lo voleva nominare cardinale datario ma ne fu dissuaso dal conte di Olivares, ambasciatore spagnolo presso la Santa Sede. Fu quindi vice-legato a Bologna dal 24 febbraio 1593 al 19 maggio 1595.

Il 29 giugno 1595 fu eletto arcivescovo di Fermo e ordinato vescovo il 25 giugno 1596 a Roma dal cardinale Alessandro de' Medici, futuro papa Leone XI. Fu finalmente creato cardinale da Clemente VIII il 5 giugno 1596 e ricevette il titolo di Santa Sabina il 21 giugno dello stesso anno. Successivamente fu Legato in Romagna (14 giugno 1597-1598).

Rinunciò all'arcidiocesi di Fermo il 10 aprile 1606 e fu camerlengo del Collegio cardinalizio dal 9 gennaio 1612 al 7 gennaio 1613; il 16 settembre 1615 optò per il titolo di San Lorenzo in Lucina e il 27 marzo 1621 ebbe la sede suburbicaria di Palestrina, a cui seguirono il 16 settembre 1624 Porto e Santa Rufina e il 7 settembre 1626 Ostia.

Morì il 1º agosto 1629 all'età di 70 anni e fu sepolto nella cappella dell'Assunta della basilica di San Silvestro al Quirinale.

Genealogia episcopale e successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Pierantonio Bandini Guasparri Bandini  
 
Oretta Gianfigliazzi  
Francesco Bandini  
Maria Bonciani Simone Bonciani  
 
 
Pierantonio Bandini  
Alamanno Salviati  
 
 
Ginevra Salviati  
 
 
 
Ottavio Bandini  
Mainardo Cavalcanti Bartolomeo Cavalcanti  
 
Lucrezia Strozzi  
Bartolomeo Cavalcanti  
Ginevra Cavalcanti Giovanni Cavalcanti  
 
 
Cassandra Cavalcanti  
Alessandro Gondi Antonio Gondi  
 
Maddalena Corbinelli  
Dianora Gondi  
Maria Maddalena Gualterotti Pietro Bartolomeo Gualterotti  
 
N. di Totto  
 

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Arcivescovo metropolita di Fermo Successore
Sigismondo Zanettini 19 giugno 1595 - 10 aprile 1606 Alessandro Strozzi
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Sabina Successore
Filippo Spinola 21 giugno 1596 - 16 settembre 1615 Giulio Savelli
Predecessore Legato apostolico di Romagna Successore
Francesco Sforza 14 giugno 1597 - 1º febbraio 1598 Giovanni Francesco Biandrate di San Giorgio Aldobrandini
Predecessore Legato apostolico della Marca Anconitana Successore
Giovanni Francesco Biandrate di San Giorgio Aldobrandini 1º novembre 1598 - 24 novembre 1604 Ferdinando Taverna
Predecessore Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore
Pietro Aldobrandini 9 gennaio 1612 - 7 gennaio 1613 Bartolomeo Cesi
Predecessore Cardinale presbitero di San Lorenzo in Lucina Successore
Francesco Maria Bourbon del Monte Santa Maria 16 settembre 1615 - 27 marzo 1621 Bartolomeo Cesi
Predecessore Cardinale protopresbitero Successore
Francesco Sforza 5 marzo 1618 - 27 marzo 1621 Bartolomeo Cesi
Predecessore Cardinale vescovo di Palestrina Successore
Francesco Maria Bourbon del Monte Santa Maria 27 marzo 1621 - 16 settembre 1624 Andrea Baroni Peretti Montalto
Predecessore Prefetto della Congregazione dei Vescovi e Regolari Successore
Antonio Maria Sauli 1º gennaio 1622 - 2 luglio 1627 Laudivio Zacchia
Predecessore Cardinale vescovo di Porto e Santa Rufina Successore
Francesco Sforza 16 settembre 1624 - 7 settembre 1626 Giovanni Battista Deti
Predecessore Sottodecano del Collegio cardinalizio Successore
Francesco Sforza 16 settembre 1624 - 7 settembre 1626 Giovanni Battista Deti
Predecessore Cardinale vescovo di Ostia e Velletri Successore
Francesco Maria Bourbon del Monte Santa Maria 7 settembre 1626 - 1º agosto 1629 Giovanni Battista Deti
Predecessore Decano del Collegio Cardinalizio Successore
Francesco Maria Bourbon del Monte Santa Maria 7 settembre 1626 - 1º agosto 1629 Giovanni Battista Deti
Predecessore Governatore di Velletri Successore
Francesco Maria Bourbon del Monte Santa Maria 7 settembre 1626 - 1º agosto 1629 Giovanni Battista Deti
Controllo di autoritàVIAF (EN21518994 · ISNI (EN0000 0001 1998 8600 · SBN BVEV039039 · BAV 495/124444 · CERL cnp01287215 · LCCN (ENn2003071359 · GND (DE1011720795 · BNF (FRcb170611404 (data) · J9U (ENHE987007321107805171