Luigia Gonzaga

Luigia Gonzaga
Signora consorte di Casatico
Stemma
Stemma
NascitaMantova, 9 febbraio 1458
Morte26 marzo 1542
SepolturaMantova
Luogo di sepolturaChiesa di Sant'Agnese
DinastiaGonzaga
PadreAntonio Gonzaga
ConsorteCristoforo Castiglione
FigliAnna, Girolamo, Francesca, Francesco, Polissena, Baldassarre
Religionecattolica

Luigia (Aloisia) Gonzaga (Mantova, 9 febbraio 1458[1]26 marzo 1542[1]) è stata una nobile italiana, madre di Baldassarre Castiglione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Antonio Gonzaga (m. 1498) del ramo dei "Nobili Gonzaga", sposò Cristoforo Castiglione (1456-1499), condottiero al servizio di Francesco II Gonzaga.

Nel 1481 assieme ad altre nobili dame, accompagnò in Francia Chiara Gonzaga, promessa sposa a Gilberto di Borbone, conte di Montpensier.

Favorì il matrimonio del figlio, il letterato Baldassarre Castiglione, con la nobile Ippolita Torelli, che fu celebrato con grande sfarzo a Mantova il 15 ottobre 1516, con la benedizione del marchese Francesco II Gonzaga e della consorte Isabella d'Este.

Alla morte di Ippolita, avvenuta nel 1520, si prese cura dei nipoti Camillo, Anna e Ippolita.

Morì nel 1542 e venne sepolta nella Chiesa di Sant'Agnese a Mantova.[2]

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Luigia Gonzaga e Cristoforo ebbero sei figli[3]:

  • Baldassarre, famoso letterato;
  • Girolamo (6 gennaio 1480 - agosto 1506), Abate di Santa Maria di Marcaria;
  • Polissena (30 luglio 1481 - testò il 19 dicembre 1537), sposò il 26 febbraio 1498 Giacomo Boschetti, conte di San Cesario;
  • Francesca (29 ottobre 1482 - 9 novembre 1569), sposò Tommaso Strozzi;
  • Francesco (1484 - poco dopo);
  • Anna (1486-1539), monaca nel monastero di S. Paola, poi badessa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Guido Rebecchini, Private collections in Mantua, 1500-1630, 2002, p.103.
  2. ^ Rosanna Golinelli Berto. Associazione per i monumenti domenicani (a cura di), Sepolcri Gonzagheschi, Mantova, 2013.
  3. ^ Guido Rebecchini, Private collections in Mantua, 1500-1630, 2002, pp.100-101.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Baldassarre Castiglione, su internetculturale.it. URL consultato il 26 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2014).