Lina Mancini Proia

Lina Mancini Proia (Roma, 19132022) è stata una matematica e pedagogista italiana.

Fu un'allieva di Guido Castelnuovo e Federigo Enriques.[1] Nel 1964 divenne un membro della Commissione internazionale per l'insegnamento della matematica (Cieam) ed ebbe così la possibilità di entrare in contatto con i maggiori ricercatori europei in didattica della matematica, tra i quali si annoverano il matematico Gustave Choquet e l'epistemologo genetico Jean Piaget.[1] Una collaborazione di lungo corso con il matematico e pedagogista Lucio Lombardo Radice portò all'elaborazione di un progetto d'insegnamento pilota e alla sua sistematizzazione, nel 1977, nel testo Il metodo matematico.[1] Nella didattica della matematica da loro concepita ha «un ruolo importante l'impianto geometrico a partire dal concetto di trasformazione».[1]

Opere (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

  • Lucio Lombardo Radice e Lina Mancini Proia, Il metodo matematico, 1977.
  • Lina Mancini Proia, Geometrie in Cielo e in Terra, a cura di M. Meneghini e M. R. Trabalza, Foligno, Edizioni dell'Arquata, 2003.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Mancini Proia, in Enciclopedia della Matematica, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2013. URL consultato il 17 gennaio 2024.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN247622520