Giovanni Andrea Donducci

Giovanni Andrea Donducci detto il Mastelletta, Pranzo sul lago, Galleria Nazionale d'Arte Antica, 1580

Giovanni Andrea Donducci, detto il Mastelletta (Bologna, 14 febbraio 15751655), è stato un pittore italiano barocco appartenente alla scuola bolognese di pittura.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da una famiglia piccolo borghese - il padre era un piccolo artigiano, fabbricante di mastelli - compie il proprio apprendistato presso l'accademia dei Carracci, assieme a Domenico Zampieri (detto il Domenichino), a Lucio Massari e, probabilmente, anche a Francesco Albani.

Tra il 1613 ed i 1614 contribuirà alla decorazione dalla cappella dedicata a San Domenico, presso la Basilica di San Domenico a Bologna; in questa occasione dipingerà, sulla facciata di destra, Il miracolo dei quaranta annegati (1613), mentre su quella di sinistra affrescherà la Resurrezione del giovane Napoleone Orsini (1614). Inoltre affrescò i santi patroni di Bologna - San Procolo, San Petronio, San Floriano e San Francesco - nella cupola del Duomo della città. La sua ultima opera documentata (1639) è la pala d'altare della "Madonna del Giglio" nella chiesa di San Pietro a Reggio Emilia.

Altre opere[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il pittore Giovanni Maria Tamburini (Bologna, 1553 - 1612) si attribuì lo pseudonimo di pseudo-Mastelletta.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (fr-en) Questo articolo è stato parzialmente tradotto dalle voci francese ed inglese corrispondenti.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN45100769 · ISNI (EN0000 0000 6677 1124 · CERL cnp00542187 · Europeana agent/base/160545 · ULAN (EN500024427 · LCCN (ENnr2002007837 · GND (DE118914529 · J9U (ENHE987007527014705171 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2002007837
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie