Georg Ludwig von Sinzendorf

Rangkronen-Fig. 18.svg
Georg Ludwig von Sinzendorf-Neuburg
Georg Ludwig von Sinzendorff.jpg
Georg Ludwig von Sinzendorf-Neuburg in una stampa d'epoca
Conte di Sinzendorg-Neuburg
Stemma
Trattamento Sua Eccellenza
Nascita Vienna, 17 giugno 1616
Morte Vienna, 14 dicembre 1681
Dinastia Sinzendorf-Neuburg
Padre Pilgram von Sinzendorf
Madre Susana von Trauttmansdorff
Consorte Dorothea Elisabeth von Holstein-Wiesenburg
Religione cattolicesimo

Georg Ludwig von Sinzendorf poi von Sinzendorf-Neuburg (Vienna, 17 giugno 1616Vienna, 14 dicembre 1681) è stato un nobile e politico austriaco. Presidente della Hofkammer imperiale, fu padre di Philipp Ludwig Wenzel von Sinzendorf, cancelliere imperiale per quattro decenni.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Georg Ludwig von Sinzendorf che porta la corona imperiale, ritratto anonimo del 1653 circa

Membro della nobile famiglia dei Sinzendorf, Georg Ludwig era figlio di Pilgram von Sinzendorf e di sua moglie, Susana von Trauttmansdorff.

Nel 1646 divenne vicepresidente della camera dei conti austriaca. Nel dicembre del 1653, decise di convertirsi al cattolicesimo nel corso della dieta imperiale a Ratisbona. Nel 1656, divenne presidente della Hofkammer (camera dei conti) e presentò in tale carica lo stato delle finanze dell'impero all'imperatore Leopoldo I.

Nel 1654, acquisì la contea di Neuburg e vi fece ampliare il castello locale. Nel 1645, sposò Regina Jörger von Tollet che morì nel 1660. L'anno successivo, sposò la principessa Dorothea Elizabeth di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Wiesenburg, di appena 16 anni. Dopo l'incendio di Passavia del 1662, fece ricostruire il convento locale dei cappuccini.

In ragione della usa rapida ascesa sociale, Sinzendorf si trovò ben presto di fronte all'accusa di corruzione. Tra le altre cose gli venne contestato l'aver prodotto monete false presso il castello di Wernstein. Nel 1679, diede alle stampe una linea di condotta generale per i tredici membri della camera dei conti imperiale, ma lo scandalo di Sinzendorf era ormai stato scoperto.

Durante il processo, per non andare incontro all'accusa di spergiuro essendo ormai evidenti le sue accuse, von Sinzendorf venne condannato al pagamento della somma di due milioni di fiorini per frode, contraffazione e corruzione. Per grazia imperiale pagò solo tre quarti dell'intera somma, ma venne costretto a vendere numerosi suoi beni per poter pagare la somma impostagli. Christoph Ignaz Abele, che aveva contribuito alla sua caduta, divenne dopo di lui il presidente della Hofkammer.

Su richiesta di sua moglie Dorothea Elizabeth, ottenne il permesso di rimanere agli arresti domiciliari presso una delle use residenze a scelta, malgrado la condanna all'esilio. Suo figlio primogenito, Christian Ludwig, morì a sedici anni nel corso della battaglia di Mohács del 1687, mentre il suo secondogenito, Philipp Ludwig divenne cancelliere imperiale sotto il regno di Carlo VI del Sacro Romano Impero.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro (ramo austriaco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro (ramo austriaco)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Mitterwieser: Die industriellen Unternehmungen des Grafen Sinzendorf und die Entstehung von Dommelstadel. In: Ostbayrische Grenzmarken. 19, 1930, ISSN 0078-6845 (WC · ACNP), S. 56–60.
  • Hansdieter Körbl: Die Hofkammer und ihr ungetreuer Präsident. Eine Finanzbehörde zur Zeit Leopolds I. (= Veröffentlichungen des Instituts für Österreichische Geschichtsforschung. Bd. 54). Böhlau u. a., Wien u. a. 2009, ISBN 978-3-205-78376-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN120099044 · ISNI (EN0000 0001 1701 0043 · LCCN (ENno2010139804 · GND (DE124082963 · BNF (FRcb16234311d (data) · CERL cnp01405788 · WorldCat Identities (ENlccn-no2010139804