Francesco Enna

Francesco Enna

Francesco Enna (Sassari, 19382022) è stato uno scrittore italiano.

È conosciuto soprattutto per la sua opera Contos de Foghile [1] pubblicata nel 1983, una raccolta di racconti popolari della Sardegna frutto di una indagine condotta negli anni Settanta in tutta l’isola.

L’opera ebbe subito un enorme successo, anche grazie agli adattamenti per il teatro della Compagnia teatrale sassarese “La Botte e il Cilindro”[2], con cui Franco Enna collaborò per molti anni. Molto seguite furono anche le sue trasmissioni su Rai Radio Sardegna, sempre sul tema della narrativa popolare, che Enna realizzò periodicamente dagli anni Settanta fino agli anni Duemila.

Affiancato sempre dalla moglie, Iole Sotgiu, sia nelle ricerche che nella scrittura delle numerose pubblicazioni, spesso figurano nei suoi libri anche le illustrazioni dei figli Bruno e Stefano, oggi riconosciuti autori di fumetti per la Disney e altre importanti case editrici.

Notizie biografiche[modifica | modifica wikitesto]

Franco Enna è nato nel quartiere popolare di San Donato a Sassari, dove si trova la scuola elementare più antica della città,  mantenendo sempre un forte legame con questo quartiere e la sua anima sassarese. La naturale propensione all’arte del raccontare l’aveva ereditata dalla madre, Amelia Piredda di Siligo, di cui traccia un ritratto nel libro Contos de Foghile. Condivide con il fratello Giovanni Enna, autore di commedie in dialetto sassarese, la verve umoristica e la passione per la scrittura.

Ha insegnato nella scuola elementare dal 1962 al 1974 diventando poi dirigente scolastico fino al 2001. Come pedagogista partecipa a numerosi convegni, attività laboratoriali, seminari di aggiornamento per insegnanti e attività rivolte ai bambini.

E’ stato per oltre trent’anni collaboratore della pagina culturale del quotidiano "La Nuova Sardegna", pubblicando articoli su argomenti di pedagogia, recensioni di libri e spettacoli, racconti e opere di narrativa a puntate.

E’ stato in Cile nel 2003, a Santo Domingo nel 2005, in Bolivia nel 2008,  dove la sua opera tradotta in spagnolo è stata presentata in fiere del libro e scuole.

Nel 2022 il Festival Letterario Ethno’s di Martis (SS) gli ha reso omaggio con il podcast “Contos de Maria Nudda”, dove si ripercorre la storia della sua ricerca e si ascoltano le storie raccontate da una delle sue narratrici preferite, Maria Nudda di Martis.

Nel 2023 gli è stata intitolata la biblioteca della scuola primaria del 5°Circolo di Sassari dove è stato a lungo dirigente scolastico.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Opere di narrativa[modifica | modifica wikitesto]

  • 1974      Un fantasma per nove ragazzi, Padova, Ed. Il Messaggero.
  • 1975      Sardegna - Racconti popolari,  Bergamo, Ed. Janus.
  • 1983      Contos de Foghile, Sassari, Ed. Gallizzi (poi varie edizioni per Ed. Fratelli Frilli, Genova).
  • 1984      Il gabbiano di compensato, Milano, Ed. Juvenilia.
  • 1988      Il bambino di porcellana, Milano, Ed. Juvenilia.
  • 1990      La vera storia di Gondrano il cormorano, Milano, Ed. Juvenilia.
  • 1991      Eleonora d’Arborea, Cagliari, Ed. Condaghes.
  • 1991      Fiabe Sarde, Milano Ed. Oscar Mondadori.
  • 1994      Miti, leggende e fiabe della tradizione popolare della Sardegna, Sassari, Ed. Delfino.
  • 1994      Contos de foghile. Contos de pedra. Fiabe a teatro. Due atti unici per bambini e adulti, Cagliari, Ed. Edes.
  • 1999      Martineddu Ifferradu, Cagliari, Ed. Condaghes.
  • 2001      Il padrone delle metafore (L’ultima notte di Esopo), Cagliari, Ed. Edes.
  • 2002      Cuentos Junto a la lumbre. Historias y legendas de Cerdena.
  • 2007      La vera storia di Gondrano il cormorano (nuova edizione), Cagliari, Ed. Condaghes.
  • 2007      Una tragedia in rap, Milano, Ed. Giunti Junior.
  • 2007      La Sardegna dei Sortilegi (con N. Piras, F. Fresi, G. Medas), Roma, Ed. Newton Compton.
  • 2008      Storia popolare della città di Sassari (e dintorni), Genova, Ed. Fratelli Frilli.
  • 2008      Il buio fifone  (fiabe terapeutiche), Roma, Nuove Edizioni Romane.
  • 2009      Il grande volo di Cristobal, Napoli, Ed. Il Rubino.
  • 2009      I predoni del tempo, Roma, Nuove Edizioni Romane.
  • 2010      La fortuna sfortunata (fiabe terapeutiche), Roma, Nuove Edizioni Romane.

Libri di lettura per la scuola primaria[modifica | modifica wikitesto]

  • 1977      Oggi, Bergamo, Ed. Janus.
  • 1983      Dai, racconta (con Iole Sotgiu), Vignola, Ed. Gruppo Fabbri.

Opere teatrali[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le opere teatrali di Franco Enna sono state messe in scena dalla Compagnia "La Botte e il Cilindro" di Sassari:

  • Contos de Foghile
  • Annalice Porcospino (dalle favole di Antonio Gramsci)
  • La bella che sposò Lusbé
  • Il Gatto Mammone
  • Il buio fifone
  • Il lupo e l’agnello

Radiofonia[modifica | modifica wikitesto]

Per la Rai Radio Sardegna:

Collaborazione con La Nuova Sardegna[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesco Enna, Sos Contos de Foghile. 90 fiabe e leggende della tradizione popolare di Sardegna. Testi in lingua sarda con traduzione, note e commento dell'Autore., Sassari, Gallizzi, 1983.
  2. ^ bottecilindro.it, http://www.bottecilindro.it/bottecilindro/.
  3. ^ I “contos de foghile” sono i racconti del focolare, fiabe e aneddoti con risvolti rituali. La famiglia dopo una sobria cena, si riuniva attorno al focolare, durante questa riunione si iniziava a dialogare. I racconti del focolare hanno l’espresso scopo di tenere viva l’attenzione dei bambini, veri destinatari di queste narrazioni. L’ascolto di queste storie consentiva ai più giovani di assimilare i modelli culturali del proprio gruppo sociale (nota di presentazione della trasmissione).