Cristina di Holstein-Gottorp

Cristina di Holstein-Gottorp
Ritratto della regina Cristina di Holstein-Gottorp
Regina consorte di Svezia
Stemma
Stemma
In carica22 marzo 1604 –
30 ottobre 1611
Incoronazione15 marzo 1607
PredecessoreAnna d'Asburgo
SuccessoreMaria Eleonora del Brandeburgo
NascitaKiel, 13 aprile 1573
MorteCastello di Gripsholm, 8 dicembre 1625
Casa realeHolstein-Gottorp
PadreAdolfo, duca di Holstein-Gottorp
MadreCristina d'Assia
ConsorteCarlo IX di Svezia
FigliCristina
Gustavo Adolfo
Maria Elisabetta
Carlo Filippo
ReligioneLuteranesimo

Cristina di Holstein-Gottorp (Kiel, 13 aprile 1573Castello di Gripsholm, 8 dicembre 1625) fu una regina consorte di Svezia come consorte di Carlo IX di Svezia, fu madre di Gustavo II Adolfo di Svezia, e una Reggente di Svezia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlia di Adolfo di Holstein-Gottorp, duca di Holstein-Gottorp dal 1533 al 1586, e di Cristina d'Assia.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1586, è stata suggerita come moglie per Sigismondo di Polonia, ma non accadde nulla. Venne data in sposa a Carlo Vasa, reggente di Svezia e vedovo nel 1589 di Anna Maria di Wittelsbach-Simmern. Le nozze vennero celebrate a Nyköping il 27 agosto 1592[1].

Diede al marito sei figli[2]:

Nel 1604 divenne regina consorte di Svezia, titolo che mantenne fino alla morte del marito, avvenuta il 30 ottobre 1611 a Nyköping. Venne incoronata insieme al marito nella Cattedrale di Uppsala nel 1607.

La regina Cristina era una persona autoritaria e volitiva, con un forte senso di economia. Era sia rispettata e temuta. Venne descritta come dura, testarda e avara, e si afferma che, mentre la ex moglie del marito, cercò sempre di convincerlo a mostrare indulgenza nei suoi atti, Cristina fece il contrario. Il suo matrimonio fu considerato felice, anche se il marito non era fedele, ed erano molto simili nella personalità. Spesso lo accompagnava nei suoi viaggi, tra i quali per l'Estonia e la Finlandia nel 1600-1601.

Si è comportata come reggente durante l'assenza del marito nel 1605. È noto anche per aver impedito l'elezione del figlio minore al trono del russo nel 1610-1612.

Nel 1611 divenne re di Svezia loro figlio Gustavo Adolfo II. Come reggente venne nominato il fratellastro di Carlo, Giovanni duca di Östergötland. Cristina invece assunse la reggenza per il suo secondogenito Carlo Filippo, duca di Södermanland, Nerike e Värmland, e la mantenne fino alla sua morte avvenuta nel 1622[3].

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Cristiano I di Danimarca Dietrich di Oldenburg  
 
Edvige di Schauenburg  
Federico I di Danimarca  
Dorotea di Brandeburgo Federico I di Brandeburgo  
 
Elisabetta di Baviera-Landshut  
Adolfo di Holstein-Gottorp  
Boghislao X di Pomerania Eric II di Pomerania-Wolgast  
 
Sofia di Pomerania-Stolp  
Sofia di Pomerania  
Anna di Polonia Casimiro IV di Polonia  
 
Elisabetta d'Asburgo  
Cristina di Holstein-Gottorp  
Guglielmo II d'Assia Ludovico II d'Assia  
 
Matilde di Württemberg-Urach  
Filippo I d'Assia  
Anna di Meclemburgo-Schwerin Magnus II di Meclemburgo-Schwerin  
 
Sofia di Pomerania-Wolgast  
Cristina d'Assia  
Ernesto di Sassonia Federico II di Sassonia  
 
Margherita d'Austria  
Cristina di Sassonia  
Elisabetta di Baviera Alberto III di Baviera  
 
Anna di Braunschweig-Grubenhagen  
 

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Regina consorte di Svezia Successore
Anna d'Asburgo (1573-1598) 1607 - 1611 Maria Eleonora del Brandeburgo
Controllo di autoritàVIAF (EN66455199 · ISNI (EN0000 0000 5187 8914 · WorldCat Identities (ENviaf-66455199
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie