Alessandro Donati (gesuita)

Alessandro Donati (Siena, 1584Roma, 25 aprile 1640) è stato un gesuita, poeta, filologo ed erudito italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alessandro Donati nacque a Siena nel 1584. Dopo essersi trasferito a Roma, il 26 gennaio 1600 entrò nel Collegio Romano dove fece il suo noviziato da gesuita. Il 14 maggio 1617 professò i quattro voti. Fu professore di retorica al Collegio Romano fino al 1640 e divenne più tardi prefetto delle scuole di umanità. Alessandro Donati morì a Roma il 25 aprile 1640.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Antiporta della Roma vetus ac recens di Alessandro Donati, Romae, ex bibliotheca fratrum de Rubeis, 1725.
  • Oratio in funere Mariæ Cesiæ ab Altaëmps, Roma, 1610, in-4°.
  • Carminum libri tres, Roma, 1625, in-16 ; Francoforte, 1654, in-4°.
  • Suevia, tragœdia, Rome, 1629, in-16, ristampata con altre tragedie gesuitiche nella grande antologia Selectæ tragœdiæ pubblicata ad Anversa nel 1634.
  • De Arte poetica libri tres, Coloniae Agrippinae, 1633, in-16.
  • Roma vetus ac recens, utriusque ædificiis ad eruditam cognitionem expositis, Roma, 1633, 1639, in-4°; Amsterdam, 1664 in-8° e 1694, in-4°, inserita nel vol. 3 del Thesaurus antiquitatum Romanarum di Grævius. L'opera ebbe fino al 1738 ben dieci edizioni. Quella di Amsterdam del 1694 è la più stimata.[1]
  • Constantinus Romæ liberator, poema heroicum, Rome, 1640, in-8°, et Francoforte, 1654. Donati è autore anche di una vita di papa Paolo V, inserita, senza il nome dell'autore, nelle Vitæ romanorum pontificum di Alfonso Chacón, Roma, 1630.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alessandro Donati, Roma vetus ac recens utriusque aedificiis illustrata, Amstelodami, apud Janssonio-Waesbergios, 1694.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlos Sommervogel, Bibliothèque de la Compagnie de Jésus, III, coll. 131 ss.;
  • Ernest Marie Rivière, Corrections et additions à la Bibliothèque de la Compagnie de Jesus..., col. 1043.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN29870868 · ISNI (EN0000 0001 1754 7692 · SBN TO0V326324 · BAV 495/166028 · CERL cnp01369640 · LCCN (ENn92044462 · GND (DE100110983 · BNE (ESXX1635388 (data) · BNF (FRcb135588207 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n92044462